Home page

ANGELO MARIA ROSSI Pittore di Carlo Torre
Natura morta in un paesaggio

back

Vai alla scheda
ANGELO MARIA ROSSI Pittore di Carlo Torre

ANGELO MARIA ROSSI

(PITTORE DI CARLO TORRE)
(Milano, notizie dal 1662 al 1675)

Natura morta in un paesaggio


Olio su tela, cm 57x72


L’opera è verosimilmente da inserire nel corpus di nature morte di Angelo Maria Rossi già identificato come “Pittore di Carlo Torre” o “Pseudo Fardella”,
Risulta alquanto originale la composizione, definita su un fondale paesaggistico giocato su tinte scure e brunastre; di fronte allo spettatore è individuata la proiezione prospettica di un piano, sullo sfondo del quale troneggia il secondo brano di natura morta, disposto su un vassoio argenteo.   
La fonte di luce evidenzia quasi esclusivamente i frutti; in primo piano un mucchietto di pere variamente disposte si alterna armoniosamente alle singole mele, caratterizzate dalla sapiente resa volumetrica e dalla bilanciata fantasia coloristica; in alto, susine di varia foggia creano un precario equilibrio, esaltato dallo sfumare della cromia e dai tocchi improvvisi di luce.   
La calma, delicata eleganza compompositiva, sottilmente arcaizzante, sembra essere il tratto distintivo della maniera del maestro, riscontrabile anche in numerose altre opere ascrivibili allo stesso: non si trascuri peraltro la peculiare definizione di rametti e foglie, per le quali risulta ancora imprescindibile il modello caravaggesco.   

 

Angelo Maria Rossi, Pittore di Carlo Torre, "Pseudo Fardella"