Home page

AMERIGO CANEGRATI
Paesaggio, 1931

back

Vai alla scheda
AMERIGO CANEGRATI

AMERIGO CANEGRATI
(Milano 1900 ~ 1938)

Paesaggio, 1931

Olio su tela, cm 95 x 110

Considerato tra i rappresentanti delle tendenze pittoriche lombarde più moderne e inserito nel novero degli artisti del Novecento Italiano, esprime profonde qualità coloristiche tanto nei quadri di paesaggio quanto in quelli di figura. È autore di composizioni fortemente architettoniche, sottolineate da un cromatismo denso e materico. Nel 1930 si aggiudica il Premio Città di Venezia in occasione della sua partecipazione alla Biennale. Canegrati interpreta il paesaggio secondo una formula di naturalismo non descrittivo - ma piuttosto evocativo, alla maniera di Renoir - in cui la semplificazione delle linee si accompagna a una stesura delicata nella cromia e fortemente espressiva nelle piccole pennellate che rendono “concreta” la ricerca pittorica. L’atmosfera naïve che il dipinto trasmette ci riporta a tematiche di semplice e chiara immediatezza molto in voga tra anni Venti e Trenta, allorché il clima novecentista è ormai consolidato.


Bibliografia essenziale: A. M. Comanducci, Dizionario illustrato dei pittori, disegnatori e incisori italiani moderni e contemporanei, Milano, Patuzzi Editore, 1962, pag. 330. Galleria d’Arte Moderna di MIlano, Electa, 1974.

Pubblicazioni e Mostre: II esposizione collettiva delle arti del Novecento a cura di G.Cribiori, Pavia, Castello Visconteo, 28 aprile – 17 giugno 2007.