Home page

Antonio Cavallucci (Sermoneta 1752 - Roma 1795),
Antonio Cavallucci (Sermoneta 1752 - Roma 1795), La Maddalena penitente, olio su tela

back

Vai alla scheda
Antonio Cavallucci (Sermoneta 1752 - Roma 1795),

Antonio Cavallucci (Sermoneta 1752 - Roma 1795)

La Maddalena penitente

 

olio su tela

cm 50 x 40

con cornice 65 x 55

 

L’opera proposta, di altissima qualità pittorica ed eseguita dal romano Antonio Cavallucci, raffigura un intenso ritratto della Maddalena in atteggiamento penitente; esempio paradigmatico di conversione, la Santa ha da sempre destato l’interesse dei maggiori artisti, dal Medioevo al Neoclassicismo, rappresentando una figura di grande fascino e fortuna nell’iconografia sacra.

Religiosissimo e devoto, il Cavallucci dimostra nella sua produzione una forte predilezione per la tematica sacra.

La dolce ma al contempo intensa espressione delle sue figure, come dimostra la Maddalena in esame, tipica delle opere della sua maturità, è sottolineata da un colorito liscio e brillante ricco di sfumature nei contorni, reso con una maestria tecnica che dà alle superfici il carattere di smalto.

Una versione analoga alla nostra composizione, eseguita da Antonio Cavallucci negli anni ’70 del Settecento, è stata  esposta presso la mostra ‘La Maddalena, tra peccato e penitenza’ curata da Vittorio Sgarbi nel 2016, presso il Museo di Loreto (Ancona).

Cenni biografici: Nativo di Sermoneta, nel Lazio, il suo talento artistico venne presto riconosciuto da Francesco Caetani, duca di Sermoneta (1738-1810): questi, nel 1765, portò con sé l'allora tredicenne Cavallucci a Roma, dove egli divenne allievo di Stefano Pozzi e tre anni più tardi di Gaetano Lapis. Divenne membro dell'accademia di San Luca nel 1786 e dal 1790 fu nominato professore all'accademia del Portogallo a Roma. Lavorò spostandosi tra le numerose chiese di Roma e delle altre città, impegnandosi specialmente per la cattedrale di Pisa nel 1792. 

 

Ci occupiamo ed organizziamo il trasporto delle opere acquistate, sia per l'Italia che per l'estero, attraverso vettori professionali ed assicurati. Per info http://antichitaischia.it/spedizioni.html