Home page

Antoon Van Dyck, seguace di (Anversa 1599 - 1645)
Allegoria della Carità attorniata da tre putti, olio su tela, XVII sec., cm. 46 x 57 VENDUTO

back

Vai alla scheda
Antoon Van Dyck, seguace di (Anversa 1599 - 1645)

Antoon Van Dyck, seguace di (Anversa, 1599 - Londra, 1641)

Dimensioni (cm): tela 46 x 57

con cornice 65 x 76

Per visionare altri dettagli ed immagini supplementari dell'opera, visitate il nostro sito sempre aggiornato e ricco di proposte su www.antichitaischia.it (o direttamente al link www.antichitaischia.it/dip.ant.17.html)

Splendido dipinto ad olio su tela di scuola fiamminga, eseguito nella prima metà del XVII Secolo da un maestro molto vicino agli stilemi pittorici del grande maestro di Anversa, dal quale attinge la forza espressiva ed il particolare accostamento cromatico.

L'opera raffigura l'allegoria della virtù cristiana della Carità, identificata con la fisiologia della dedizione materna. Tale tradizione allegorica in chiave femminile,  mettendosi nel solco di una secolare pedagogia delle virtù cristiane dedite alla realizzazione dei fini più alti dell'uomo, vede la 'charitas' come madre che abbraccia e sorregge con tenerezza i propri fanciulli.

L’eleganza della gestualità e il movimento dinamico della figura femminile, allungata verso l’alto con una leggera torsione mentre volge gli occhi al cielo con uno sguardo luminoso e sereno, ben si relazionano con la morbidezza della posa e la dolcezza dei tre putti che la circondano. E’ certamente un richiamo al maestro di Anversa e alla sua devozione all’arte italiana, che ebbe modo di studiare durante il suo viaggio di formazione a Roma, e in particolare alle tonalità argentee di Guido Reni, di cui ammirava, oltre all’estro creativo dei soggetti, le doti tecniche.
La tela è in ottimo stato di conservazione e non ha subito negli anni restauri di rilievo.

Il dipinto viene venduto corredato di certificato di autenticità.